Testo del nuovo Cdf o Codice deontologico forense degli avvocati 2016 2017


Testo del nuovo codice deontologico forense o degli avvocati aggiornato dal Consiglio nazionale forense il 31 gennaio 2014 adeguato alla legge n. 247/2012 ed in vigore dal 15 dicembre 2014


Facendo una breve sintesi diciamo che la tanto attesa riforma della professione di Avvocato ha avuto culmine con legge 31 dicembre 2012 n. 247, pubblicata in gazzetta ufficiale n. 15 del 18 gennaio 2013, la quale ha richiesto all'organo più rappresentativo dell'avvocatura italiana, il Consiglio Nazionale Forense (CFN), di adeguare il relativo codice deontologico secondo le linee guida previste dalla medesima l. n. 247/2012 ed entro un anno dalla pubblicazione di quest'ultima.
Puntualmente, cioè entro i tempi previsti, in data 31 gennaio del corrente 2014, il Consiglio Nazionale Forense ha approvato il testo del nuovo Codice Deontologico Forense (CDF) o degli Avvocati, il quale è stato ufficialmente presentato a tutti gli Ordini ed al resto della comunità giuridica in data 19 febbraio 2014. Il nuovo testo del CDF entrerà in vigore dopo 60 giorni dalla sua pubblicazione in G.U.
Il nuovo Codice Deontologico degli Avvocati è frutto di un lento ma costante lavoro giudisprudenziale, evolutosi dal 1997 ad oggi, ad opera in primis dai pareri o giurisprudenza del Consiglio Nazionale Forense ma anche dalla giurisprudenza della Suprema Corte di Cassazione nonchè dei Tar di tutta Italia. L'amalgama di tutto ciò è stato considerato alla base della legge n. 247/2012 la quale, è stata, appunto, trasfusa nel nuovo Codice Deontologico Forense. La riforma del nuovo CDF se da un lato ha re-inglobato precedenti principi, dall'altro ha attuato una piccola rivoluzione copernicana la quale è visibile soprattutto in materie di sanzioni disciplinari: tipicità delle condotte che hanno rilievo disciplinare nonchè, alla stregua dei reati penali, un meccanismo che prevede sanzioni minime e massime e circostanze attenuanti e aggravanti. Il tutto sparso nei 73 articoli di cui si compone il nuovo testo CDF.

Metodologia espositiva - Il codice deontologico legale che abbiamo pubblicato è molto particolare, forse unico nella sua metodologia espositiva: a differenza di altri codici forensi immessi in rete, il nostro pubblica un singolo articolo per ogni pagina. A questo punto un quesito nasce spontaneo: perchè pubblicare un art. ogni pagina? Di prima acchito parrebbe un procedimento scomodo, magari lo è: passare da una pagina all'altra per leggere gli artt. precedenti e/o seguenti, non avere una visione d'insieme di una o più parti del CDF, etc. etc. La ratio sottesa a questa nostra esposizione del nuovo CDF è indirizzata verso la creazione di un Codice Deontologico Forense commentato, cioè pubblicare un articolo ogni pagina è l'unica soluzione che permette di poter sviluppare agevolmente un Codice Deontologico Forense commentato articolo per articolo. Sarebbe impossibile commentare l'intero CDF nella stessa pagina nella quale trovasi il testo, talchè abbiamo deciso di affiancare a quel articolo, comma, periodo che dir si voglia un commento riportante le sentenze, la giurisprudenza, parere ed ogni altra autorevole "voce" che lo riguarda.
Il tutto sarà eventualmente coordinato: può succedere che una pronuncia riguardi più norme del CDF quindi in tale ipotesi le norme oggetto di pronunce verranno coordinate, collegate tra loro. E' inteso che un lavoro del genere comporterà del tempo, ma non da parte nostra ma dalla normale evoluzione giurisprudenziale che ha una qualsiasi norma nuova, Codice Deontologico degli Avvocati compreso, anche se, in verità, inseriremo commenti e pronunce precedenti al nuovo testo del Codice Deontologico Forense qualora assolutamente compatibili con quest'ultimo. E' inteso, comunque, che abbiamo pubblicato anche la versione completa in un'unica sede (cfr. testo completo del nuovo codice deontologico forense) presso la quale consultare tutto il testo del nuovo CDF completo nonchè la versione del nuovo codice deontologico forense pdf (download su: nuovo codice deontologico forense pdf). Infine, la maggior parte del nuovo CDF è collegato con il precedente CDF: tale collegamento permette di operare un veloce confronto tra le norme del nuovo codice e il vecchio testo precedente (vedi vecchio codice deontologico forense). Grazie!




Nuovo CDF Avvocati al 2017